Non ci sono spese d’iscrizione, né tasse. Durante le riunioni, facciamo passare un cappello in cui ognuno mette quello che vuole.

Questi soldi sono utilizzati per pagare l’affitto delle sale d’incontro e finanziare la permanenza telefonica, l’invio di documentazioni o la stampa di libretti.

Riusciamo a coprire i nostri bisogni grazie alla vendita dei nostri libri e ai contributi volontari dei partecipanti. Non accettiamo sussidi o finanziamenti esterni.