Poter ricominciare a vivere

Di Philippe Janet, ex-direttore adjoint pedagogico alla Fondazione Gli Ulivi, centro di cura e formazione nel domaine delle dipendenze, Losanna (Vaud).

Nell’insieme dei programmi terapeutici destinati alle persone dipendenti (in particolare dall’alcol), abbiamo notato che, generalmente, le persone vicine all’alcolista adottano dei comportamenti di co-dipendenza che impediscono loro di vivere bene.

Se la persona dipendente ha bisogno d’aiuto per poter ricominciare a vivere, è lo stesso per i suoi famigliari. Per questo, proponiamo anche un programma per le persone vicine a un alcolista.

Affinché la persona dipendente possa integrare, nel suo quotidiano, le decisioni di un cambiamento radicale prese attraverso i programmi terapeutici, le consigliamo d’applicare il programma dei dodicipassi, e le chiediamo di partecipare ai gruppi di sostegno che si basano su questo principio, ossia Alcolisti Anonimi (AA) e Narcotici Anonimi (NA).

Allo stesso modo, nel percorso di cambiamento indispensabile che offriamo ai famigliari, proponiamo sistematicamente di partecipare ai gruppi di sostegno che più si addicono loro (Al-Anon, Alateen, Nar-Anon). Ciò permette di non restare soli e di sentirsi sostenuti condividendo il loro vissuto con altri.

In questo modo,ciascuno- dipendente e co-dipendente – costruisce il proprio percorso di recupero, uscendo dall’isolamento e sviluppando dei nuovi rapporti con se stesso e con gli altri, per poter ricominciare a vivere.