“Oggi non vivo più con un alcolista. Certi comportamenti assimilati stando accanto a un alcolista continuano però a persistere e mi fanno sempre soffrire, più precisamente la mia tendenza a negare la realtà. Quando accade qualcosa di grave, io faccio come se non la vedessi. Mi corazzo, mi manipolo e mi convinco che non provo niente. Ed è così che mi ritrovo incapace d’agire o d’affrontare il problema, visto che tanto non esiste! Per fortuna, condividendo quello che mi succede con altri partecipanti ai gruppi, finisco per accorgermi di quello che provo, e questo mi permette di comportarmi di conseguenza.”

Carlotta